SEI IN > VIVERE PRATO > CULTURA
articolo

80 anni dall'armistizio, un incontro a Prato

1' di lettura
12

ANCR e Università Popolare per ripercorrere i giorni più importanti del 1943

In occasione dell’importante ricorrenza legata all’Armistizio del 1943, ANCR (Associazione nazionale combattenti e reduci) di Prato e Università Popolare di Prato propongono un Convegno a ingresso libero il giorno 15 dicembre, ore 17:00 presso la sede dell’Associazione universitaria in viale Vittorio Veneto, 80.

Gli argomenti che saranno trattati durante l’evento andranno essenzialmente dalla caduta del fascismo, e cioè la lunga notte del 25 luglio, fino all’8 settembre 1943, data in cui venne divulgata la resa incondizionata dell’Italia, con la voce di Badoglio.

Saranno ripercorsi i “45 giorni che sconvolsero l’Italia” con l’intento di capire cause, comportamenti e intrighi politici che caratterizzarono quel mese e mezzo di incertezza. Un periodo denso di avvenimenti durante il quale l’Italia è stata “Una nazione allo sbando”.

Gli interventi saranno curati dal Presidente dell’Università popolare di Prato, Claude Proserpio, dal Prof. Francesco Venuti e dallo scrittore pratese Francesco Bianchi.

La scaletta è densa di argomenti:

La caduta del fascismo (figura di Dino Grandi e Ordine del Giorno del Gran Consiglio del fascismo del 24 luglio)
La nomina di Badoglio (perché il Re scelse Badoglio)
I 45 giorni che sconvolsero l’Italia (Piano Alarico e le trattative di G. Castellano)
8 settembre: Una nazione allo sbando (Il Consiglio della Corona, incertezza del Re, Il caso della città di Roma, l’operazione Quercia e la liberazione di Mussolini, l’esercito italiano e gli IMI)
Considerazioni finali
Un evento per ricordare il nostro passato nello spirito di una comunità consapevole e informata: “Ciò che più mi spaventa è l’inverno della memoria” (cit. J.J. Arreola).





Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2023 alle 11:00 sul giornale del 11 dicembre 2023 - 12 letture






qrcode