Festival delle scuole di musica Europee 2022, Prato partecipa con la sua Magical Mystery Orchestra, della Scuola di musica Verdi

4' di lettura 19/05/2022 - Festival delle scuole di musica Europee 2022, Prato partecipa con la sua Magical Mystery Orchestra, della Scuola di musica Verdi

La Beatles tribute band della Scuola di Musica Verdi, parteciperà al REMIX22 il Festival della Musica Giovanile Europea dal 26 al 28 maggio.
Da qualche mese in redazione stiamo seguendo i preparativi per l'esibizione musicale della giovane band pratese.
Un viaggio di 13 ore col "magic bus", tre giorni e 400 concerti con 1500 studenti nella capitale Europea della Cultura 2022. La Scuola di Musica Verdi del Comune di Prato con questa manifestazione ricomincia a partecipare agli eventi all'estero. Non è la prima volta che la nostra scuola partecipa ad eventi internazionali, già dal 1987 con la Royal High School di Edimburgo, con il Conservatorio di Roubaix e in Catalogna con la scuola di musica Palafrugell. Da non dimenticare la partecipazione nel 2018 a Sneek, Paesi Bassi, proprio con la giovane Magical Mystery Orchestra.
La Scuola Verdi fa parte anche dell'EMU (European Music-school Union fondata nel 1973) e il prof. Paolo Ponsecchi è il coordiatore didattico-artistico e fa parte del direttivo.
Il Direttore della Scuola di Musica pratese Paolo Ponzecchi, ci racconterà nel prossimo articolo, quali sono gli scopi principali di queste sinergie tra istituti musicali e quali saranno i prossimi progetti della scuola di musica, che da sempre crea diversi festival e stagioni concertistiche nella nostra città.
La formazione dei ragazzi, che partirà mercoledi prossimo con un "magico bus" da Prato, ha preparato con grande impegno questo vero e proprio tour musicale in Lussemburgo. Saranno 3 le date dei concerti come orchestra giovanile basata sulle canzoni dei Beatles. La Magical Mystery Orchestra è diretta da Riccardo Galardini dal 2014, che è insegnante e polistrumentista della scuola dal 2000. La passione per la storia dei Beatles è profonda e questo ha stimolato il professore a formare un gruppo, piuttosto numeroso, di giovani e a trasferire in loro questa ricerca musicale e sociale della nota "banda dei 4 capelloni di Liverpool".
Come è nata questa formazione e quali saranno i loro prossimi eventi dal vivo qui a Prato?
R.G.: Nella Scuola di musica Verdi ci sono diversi laboratori musicali, (cori, orchestre e musica d'insieme) il Laboratorio Pop Sinfonico è stata una mia creazione e prevede le prove in gruppo, denominato poi "Magical Mistery Orchestra" (nome derivato dal titolo del brano di un EP del 1967 "Magical Mystery Tour") e, grazie allo studio degli arrangiamenti storici di GEORGE MARTIN (produttore dei Beatles dopo Brian Epstein, direttore creativo e compositore, il quinto Beatle), dove appunto venivano impiegati archi, fiati, cori, attua di fatto una fusione fra famiglie di strumenti che tradizionalmente sono utilizzati in ambiti "classici" e "sinfonici" aggiunti alla sezione ritmica, tipica del piccolo gruppo o "complesso" Pop-Rock.
Già negli anni '50 avevano preso piede le Orchestre dei ritmi moderni o ritmo-sinfoniche sia in Italia che all'estero, sia in dischi che in concerti o in Festivals (vedi Sanremo, Castrocaro etc.) e kermesse varie, il linguaggio universale della canzone (prima da salotto, poi jazz, musical, colonna sonora, pop, rhythm and blues etc) richiedeva un'espansione sonora di largo respiro.
Ispirarsi ai Beatles, per il valore intrinseco e universale delle loro composizioni, e per l'alto valore didattico in esse contenuto. Riscoprire sempre nuovi aspetti del patrimonio prodotto dal mitico quartetto +uno +uno (mi riferisco sia al produttore/manager/direttore creativo George Martin che a Billy Preston, tastierista e collaboratore negli ultimi dischi).
In sostanza, la natura di questa formazione, è fare scoprire ai giovani musicisti i valori di creatività, collaborazione, energia, goia, pacifismo autentico, rispetto per la natura, spirito di libertà, pienamente rappresentati dalla musica dei Fab 4. Parafrasando il titolo del brano "All you neeed is love": All we need is Live... and music!
La Magical Mystery Orchesta al completo si esibirà il 28 Giugno a Prato in S.Lucia in occasione dei saggi finali della Scuola Verdi, seguiranno altri eventi da definire.
Ecco i nomi di tutti i musicisti e cantanti della Magical Mystery Orchestra 2022 che partiranno il 25 maggio da Prato:
Voce solista: Vittoria Tuci
Voci del coro: Aurora Ludovica Faienza, Margherita Gensale
pianoforte/tastiere: Francesco Nuti
batteria: Enrico Magrini
chitarra elettrica/acustica: Rocco Pizzirusso
chitarra elettrica: Tommaso Bongini
basso elettrico: Alessio Righetti
sassofono: Claudia Quercia
tromba: Fabio Orlandi, Riccardo Bardazzi
violini: Benedetta Bardazzi, Simona Russo, Maria Teresa Benelli, Emily Buzzi, Marianna Catani
viola: Clarissa Leonardi
violoncello: Noemi Ghirardini + Prof. Elisabetta Sciotti (Conservatorio di Lucca)
flauto traverso: Laura Iannaccone, Renata Fantini + Prof. Carlotta Vettori (Scuole Medie Bartolini di Vaiano)
Noi di ViverePrato, seguiremo per tutto il Festival con la nostra "redazione volante" che partirà, con un volo diretto all'aeroporto internazionale di Findel, per poi spostarsi, nella sede editoriale temporanea, ad Esch sur Alzette, la città del Lussemburgo (Capitale Europea della Cultura 2022), vicina alla sala spettacoli "ROCKHALL" di Belval, dove si apriranno gli eventi e le presentazioni ufficiali del Festival 2022.
Seguiteci sui nostri canali, resterete aggiornati anche con dirette dal Festival!

Riproduzione vietata di testo e immagini, anche parziali, senza autorizzazione scritta.


di Giuseppe Faienza
prato@vivere.news







Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2022 alle 00:30 sul giornale del 19 maggio 2022 - 231 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Giuseppe Faienza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c77X

Leggi gli altri articoli della rubrica 360 Music





logoEV