Urban Center, lo spazio per i cittadini al Museo Pecci

1' di lettura 01/12/2021 - Un salone per le attività condivise a Prato nel Museo Pecci

In occasione dell'apertura gratuita dello scorso WE del 20-21 novembre, è stata aperta la sala per l'esposizione delle attività sociali condivise nella città di Prato. La sala (foto @realefoto) espositiva, contornata da un drappeggio (fono-assorbente) dove per il momento sono esposte 570 pannelli con foto e schede sui progetti passati ed attualmente in corso a Prato curata da Fosbury Architecture , saranno disponibili due aule didattiche per incontri ed attività. Osservatorio Prato 2050, mostra temporanea curata da Fosbury Architecture dedicata ai progetti inerenti gli ambiti della transizione ecologica, il metabolismo urbano circolare, l’innovazione e la transizione al digitale, l’inclusività sociale attivi nella città e ai network locali e internazionali che ognuno di essi innesca.
L’apertura dell’Urban Center all’interno del Centro Pecci rappresenta la naturale evoluzione del museo in corso dal 2014 con il progetto di ampliamento del museo firmato da Maurice Nio , vedi anche il numero 67 di IoArch.
La mostra, in programma fino a febbraio 2022, si completa con il saggio fotografico realizzato ad hoc da Piercarlo Quecchia e Alessandro Saletta (DSL Studio di Delfino Sisto Legnani): il racconto di una Prato dietro le quinte, una visione della città-fabbrica aggiornata al XXI secolo che si esplicita nella relazione tra spazi di produzione e natura, tra tradizione e innovazione, tra preesistenza e nuovi luoghi di sperimentazione.

Fonte: Museo Pecci


di Giuseppe Faienza
prato@vivere.news







Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2021 alle 13:32 sul giornale del 01 dicembre 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Giuseppe Faienza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxhT





logoEV